L'accesso alla Biblioteca è consentito a tutti coloro che abbiano compiuto 18 anni e siano in possesso di un documento di identità valido; l'Ufficio accoglienza della Biblioteca rilascia la tessera magnetica completa di fotografia.
Nell'atrio è a disposizione degli utenti un guardaroba dove devono essere depositate borse e ogni altro oggetto la cui introduzione in Biblioteca non sia stata espressamente autorizzata.
È consentita l'introduzione di personal computer portatili.
Non è permesso entrare con apparecchiature fotografiche, videocamere e scanner portatili.
Se necessari alla consultazione dei documenti posseduti dalla Biblioteca, gli utenti possono introdurre volumi o fotocopie di loro proprietà previa autorizzazione.
La consultazione dei manoscritti e libri rari della Biblioteca (Sala delle collezioni speciali e sala manoscritti e rari) è riservata a studiosi e ricercatori. Gli studenti laureandi che hanno necessità di consultare il materiale raro devono esibire una lettera di presentazione del docente che ha assegnato la ricerca, scritta su carta intestata dell'Università e dotata di timbro del relativo dipartimento.

Registrati per poter consultare i volumi presso la biblioteca

La Biblioteca è aperta a chi abbia necessità di consultare le sue raccolte, in particolare con finalità di ricerca e studio. È necessario avere compiuto diciotto anni di età, eventuali eccezioni saranno valutate di volta in volta dalla Direzione. L'accesso avviene su prenotazione.

Agli utenti è richiesto di:

a)     registrarsi attraverso il presente sito e indicare tutti i volumi che intendono consultare

b)     presentarsi in Biblioteca nel giorno concordato con la Direzione, muniti di documento d’identità valido;

c)     depositare negli appositi armadietti borse, compresa la custodia del computer, caschi e ogni altro oggetto la cui introduzione in Biblioteca non sia stata espressamente autorizzata. La chiave degli armadietti deve essere sempre portata con sé, anche per brevi assenze.

Gli utenti possono portare volumi o fotocopie di loro proprietà se necessari alla consultazione dei documenti posseduti dalla Biblioteca, previa autorizzazione del personale. È consentita l'introduzione di personal computer portatili ma non di apparecchiature fotografiche, videocamere e scanner portatili. L’ABI non è responsabile degli oggetti o beni personali depositati o introdotti dagli utenti nei suoi locali.

E’ possibile riprodurre i volumi conservati, previa autorizzazione e attenendosi strettamente alla normativa vigente, utilizzando gli scanner e i pc presenti nella Sala di Consultazione secondo le indicazioni del personale della Biblioteca.

La consultazione dei libri antichi e rari è riservata a docenti e ricercatori. Gli studenti laureandi che avessero necessità di consultare il materiale raro devono esibire una lettera di presentazione del docente che ha assegnato la ricerca, su carta intestata dell'Università. Su tali materiali la Direzione si riserva un valutazione discrezionale.

Nessuno può entrare in Biblioteca per semplice passatempo o per motivi comunque estranei ai fini istituzionali.